REGOLAMENTO

 38° Torneo Internazionale Città di Agropoli

REGOLAMENTO CAT. ALLIEVI U17

ART:1 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETÀ

IL TORNEO È RISERVATO AI CALCIATORI APPARTENENTI ALLA CATEGORIA UNDER 17 REGOLARMENTE TESSERATI CON LA PROPRIA SOCIETÀ E FEDERAZIONE DI APPARTENENZA PER LA STAGIONE IN CORSO.

UNDER 17  NATI DAL 01.01.2002 AL COMPIMENTO ANAGRAFICO DEL 14° ANNO DI ETÀ

ART.2 PRESTITI

È CONSENTITO IL RICORSO A PRESTITI, IN NUMERO MASSIMO DI 3 (TRE) PER SQUADRA NON INTERCAMBIABILI E     VALIDI PER L’INTERA DURATA DEL TORNEO, PREVIA PRESENTAZIONE DI REGOLARE  NULLA  OSTA  RILASCIATO DALLA SOCIETÀ DI APPARTENENZA CHE NON PUÒ ESSERE TRA LE PARTECIPANTI AL TORNEO

ART.3 ELENCHI GIOCATORI

LE SOCIETÀ’ PARTECIPANTI DOVRANNO PRESENTARE AL, L’ ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO, PRIMA DEL SUO INIZIO, L’ELENCO DEI CALCIATORI CHE INTENDONO UTILIZZARE, FINO AD UN MASSIMO DI N. 22 DOPO L’AVVENUTA CONSEGNA E’ PROIBITO APPORTARE MODIFICHE A TALE ELENCHI.

NELLA DISTINTA DA PRESENTARE ALL’ARBITRO PRIMA DELLA GARA SARANNO INDICATI FINO AD UN MASSIMO DI 22 GIOCATORI

ART.4 SOSTITUZIONI

SONO CONSENTITE N°7 SOSTITUZIONI, INDIPENDENTEMENTE DAL RUOLO, IN QUALSIASI MOMENTO DELLA GARA

ART.5 FORMULA DEL TORNEO

IL TORNEO SI SVOLGERÀ CON LA SEGUENTE FORMULA E MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE.

LE SQUADRE SARANNO DIVISE IN DUE RAGGRUPPAMENTI (A E B), LA FORMULA È QUELLA ALL’ITALIANA, CON CLASSIFICA A PUNTI E CON GARE DI SOLA ANDATA.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE FINALI: DUE TEMPI DA 20 MINUTI, IN CASO DI PARITÀ L’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE, SECONDO LE NORME VIGENTI.

TEMPO DI ATTESA IN CASO DI RITARDO  SARÀ DI 20 MINUTI.

ART.6 CLASSIFICHE

LE CLASSIFICHE SARANNO REDATTE IN BASE AI SEGUENTI CRITERI:

3 PUNTI PER LA VITTORIA – 1 PUNTO PER IL PAREGGIO – 0 PUNTI PER LA SCONFITTA IN CASO DI PARITÀ DI PUNTEGGIO VALGONO I CRITERI IN ORDINE ELENCATI:

  1. ESITO DEGLI INCONTRI DIRETTI
  2. DIFFERENZA RETI NEGLI INCONTRI DIRETTI FRA LE SQUADRE A PARITÀ DI PUNTI
  3. DIFFERENZA RETI SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  4. MAGGIOR NUMERO DI RETI SEGNATE SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  5. CLASSIFICA DISCIPLINA
  6. SORTEGGIO

ART.7 TEMPI DI GARA

LE GARE SI SVOLGERANNO IN 2 (DUE) TEMPI DELLA DURATA DI  25  MINUTI CIASCUNO

LE PARTITE SI GIOCANO 11>11 SU CAMPI DI DIMENSIONI REGOLAMENTARI CON PORTE REGOLAMENTARI E UTILIZZO DI PALLONI N° 5

ART.8 CALCI DI RIGORE (PREVISTI NELLE FINALI,SEMIFINALI )

IN CASO DI PARITÀ AL TERMINE DEI DUE TEMPI REGOLAMENTARI SI PROCEDERÀ ALL’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE CON LE MODALITÀ STABILITE DALLA REGOLA 14 DELLE REGOLE DI GIOCO E DELLE DECISIONI UFFICIALI;

ART.9 TEMPI SUPPLEMENTARI

NON SONO PREVISTI TEMPI SUPPLEMENTARI

ART.10 ARBITRI

LE GARE SARANNO DIRETTE DA ARBITRI F.I.G.C. / A.I.A.

ART. 11 COMITATO DEL TORNEO

SARÀ PREDISPOSTO UN COMITATO DI TORNEO CHE, SARÀ RESPONSABILE PER QUALUNQUE DISPUTA, PROTESTA, RECLAMO O CIRCOSTANZA NON PREVISTA. IL COMITATO SARÀ COMPOSTO DALLE SEGUENTI PERSONE:

NOME: COGNOME: SOCIETÀ DI APPARTENENZA FUNZIONE
DOMENICO VALENTE A.S.D. VALLOTTA PRESIDENTE
ADOLFO PASCALE POL.S. MARIA CILENTO VICE PRESIDENTE
GIUSEPPE MAIORANO JUGEND AGROPOLI MEMBRO
ANTONIO INVERSO MEMBRO

IL COMITATO NON ACCETTERÀ PROTESTE O RECLAMI SULLE DECISIONI PRESE DAGLI ARBITRI

IL COMITATO PROVVEDERÀ A SEGNALARE ALLA PROPRIA FEDERAZIONE NAZIONALE O INTERNAZIONALE PREPOSTA AD ADOTTARE I PROVVEDIMENTI RITENUTI OPPORTUNI OGNI GIOCATORE ED OGNI MEMBRO DELLE DELEGAZIONI PARTECIPANTI RITENUTI COLPEVOLI DI CONDOTTA ANTISPORTIVA DURANTE IL TORNEO

ART.12 DISCIPLINA DEL TORNEO

LA DISCIPLINA DEL TORNEO VIENE AFFIDATA AL GIUDICE SPORTIVO TITOLARE O SUPPLENTE DEL COMITATO  DI COMPETENZA

ART.13 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI (PER I TORNEI A RAPIDO SVOLGIMENTO)

È PREVISTO L’AUTOMATISMO DELLE SANZIONI CON LE SEGUENTI MODALITÀ: IL GIOCATORE ESPULSO DURANTE UNA GARA NON POTRÀ PARTECIPARE ALLA GARA SUCCESSIVA SALVO MAGGIORI SANZIONI INFLITTE DAL GIUDICE SPORTIVO; IL GIOCATORE CHE NEL CORSO DEL TORNEO INCORRE NELLA SECONDA AMMONIZIONE SARÀ SQUALIFICATO PER UNA GARA SU DECLARATORIA DEL GIUDICE SPORTIVO

ART.14 RECLAMI

EVENTUALI RECLAMI DOVRANNO ESSERE PRESENTATI ENTRO 30 MINUTI DALLA FINE DELLA GARA ACCOMPAGNATI DALLA TASSA  DI EURO 50.00 ; COPIA DEL RECLAMO DOVRÀ ESSERE CONSEGNATA ALLA CONTROPARTE SEMPRE NEI TERMINI DEI 30 MINUTI.

ART. 15 ASSICURAZIONE

È RESPONSABILITÀ DI OGNI SOCIETÀ PARTECIPANTE ASSICURARE AI PROPRI GIOCATORI LA COPERTURA ASSICURATIVA. L’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO È RESPONSABILE DELLA REGOLARITÀ DELLA COPERTURA ASSICURATIVA

ART.16 I.F.A.B.

LE PARTITE SI GIOCANO SECONDO LE REGOLE DELLA INTERNATIONAL FOOTBALL ASSOCIATIONS BOARD (IFAB) EDIZIONE CORRENTE.

ART.17 NORME GENERALI

PER QUANTO NON PREVISTO DAL PRESENTE REGOLAMENTO, VALGONO LE DISPOSIZIONI DEI REGOLAMENTI FEDERALI IN QUANTO COMPATIBILI, E QUELLE RIPORTATE SUL COMUNICATO UFFICIALE N°1 DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO RELATIVO ALLA STAGIONE SPORTIVA IN CORSO.

 

REGOLAMENTO CAT. ALLIEVI U16

ART:1 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETÀ

IL TORNEO È RISERVATO AI CALCIATORI APPARTENENTI ALLA CATEGORIA UNDER 16 REGOLARMENTE TESSERATI CON LA PROPRIA SOCIETÀ E FEDERAZIONE DI APPARTENENZA PER LA STAGIONE IN CORSO.

UNDER 17  NATI DAL 01.01.2003 AL COMPIMENTO ANAGRAFICO DEL 14° ANNO DI ETÀ

ART.2 PRESTITI

È CONSENTITO IL RICORSO A PRESTITI, IN NUMERO MASSIMO DI 3 (TRE) PER SQUADRA NON INTERCAMBIABILI E     VALIDI PER L’INTERA DURATA DEL TORNEO, PREVIA PRESENTAZIONE DI REGOLARE  NULLA  OSTA  RILASCIATO DALLA SOCIETÀ DI APPARTENENZA CHE NON PUÒ ESSERE TRA LE PARTECIPANTI AL TORNEO

ART.3 ELENCHI GIOCATORI

LE SOCIETÀ’ PARTECIPANTI DOVRANNO PRESENTARE AL, L’ ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO, PRIMA DEL SUO INIZIO, L’ELENCO DEI CALCIATORI CHE INTENDONO UTILIZZARE, FINO AD UN MASSIMO DI N. 22 DOPO L’AVVENUTA CONSEGNA E’ PROIBITO APPORTARE MODIFICHE A TALE ELENCHI.

NELLA DISTINTA DA PRESENTARE ALL’ARBITRO PRIMA DELLA GARA SARANNO INDICATI FINO AD UN MASSIMO DI 22 GIOCATORI

ART.4 SOSTITUZIONI

SONO CONSENTITE N°7 SOSTITUZIONI, INDIPENDENTEMENTE DAL RUOLO, IN QUALSIASI MOMENTO DELLA GARA

ART.5 FORMULA DEL TORNEO

IL TORNEO SI SVOLGERÀ CON LA SEGUENTE FORMULA E MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE.

LE SQUADRE SARANNO DIVISE IN DUE RAGGRUPPAMENTI (A E B), LA FORMULA È QUELLA ALL’ITALIANA, CON CLASSIFICA A PUNTI E CON GARE DI SOLA ANDATA.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE FINALI: DUE TEMPI DA 20 MINUTI, IN CASO DI PARITÀ L’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE, SECONDO LE NORME VIGENTI.

TEMPO DI ATTESA IN CASO DI RITARDO  SARÀ DI 20 MINUTI

ART.6 CLASSIFICHE

LE CLASSIFICHE SARANNO REDATTE IN BASE AI SEGUENTI CRITERI:

3 PUNTI PER LA VITTORIA – 1 PUNTO PER IL PAREGGIO – 0 PUNTI PER LA SCONFITTA IN CASO DI PARITÀ DI PUNTEGGIO VALGONO I CRITERI IN ORDINE ELENCATI:

  1. ESITO DEGLI INCONTRI DIRETTI
  2. DIFFERENZA RETI NEGLI INCONTRI DIRETTI FRA LE SQUADRE A PARITÀ DI PUNTI
  3. DIFFERENZA RETI SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  4. MAGGIOR NUMERO DI RETI SEGNATE SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  5. CLASSIFICA DISCIPLINA
  6. SORTEGGIO

ART.7 TEMPI DI GARA

LE GARE SI SVOLGERANNO IN 2 (DUE) TEMPI DELLA DURATA DI  20  MINUTI CIASCUNO

LE PARTITE SI GIOCANO 11>11 SU CAMPI DI DIMENSIONI REGOLAMENTARI CON PORTE REGOLAMENTARI E UTILIZZO DI PALLONI N° 5

ART.8 CALCI DI RIGORE (PREVISTI NELLE FINALI,SEMIFINALI )

IN CASO DI PARITÀ AL TERMINE DEI DUE TEMPI REGOLAMENTARI SI PROCEDERÀ ALL’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE CON LE MODALITÀ STABILITE DALLA REGOLA 14 DELLE REGOLE DI GIOCO E DELLE DECISIONI UFFICIALI;

ART.9 TEMPI SUPPLEMENTARI

NON SONO PREVISTI TEMPI SUPPLEMENTARI

ART.10 ARBITRI

LE GARE SARANNO DIRETTE DA ARBITRI F.I.G.C. / A.I.A.

ART. 11 COMITATO DEL TORNEO

SARÀ PREDISPOSTO UN COMITATO DI TORNEO CHE, SARÀ RESPONSABILE PER QUALUNQUE DISPUTA, PROTESTA, RECLAMO O CIRCOSTANZA NON PREVISTA. IL COMITATO SARÀ COMPOSTO DALLE SEGUENTI PERSONE:

NOME: COGNOME: SOCIETÀ DI APPARTENENZA FUNZIONE
DOMENICO VALENTE A.S.D. VALLOTTA PRESIDENTE
ADOLFO PASCALE POL.S. MARIA CILENTO VICE PRESIDENTE
GIUSEPPE MAIORANO JUGEND AGROPOLI MEMBRO
ANTONIO INVERSO MEMBRO

IL COMITATO NON ACCETTERÀ PROTESTE O RECLAMI SULLE DECISIONI PRESE DAGLI ARBITRI

IL COMITATO PROVVEDERÀ A SEGNALARE ALLA PROPRIA FEDERAZIONE NAZIONALE O INTERNAZIONALE PREPOSTA AD ADOTTARE I PROVVEDIMENTI RITENUTI OPPORTUNI OGNI GIOCATORE ED OGNI MEMBRO DELLE DELEGAZIONI PARTECIPANTI RITENUTI COLPEVOLI DI CONDOTTA ANTISPORTIVA DURANTE IL TORNEO

ART.12 DISCIPLINA DEL TORNEO

LA DISCIPLINA DEL TORNEO VIENE AFFIDATA AL GIUDICE SPORTIVO TITOLARE O SUPPLENTE DEL COMITATO  DI COMPETENZA

ART.13 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI (PER I TORNEI A RAPIDO SVOLGIMENTO)

È PREVISTO L’AUTOMATISMO DELLE SANZIONI CON LE SEGUENTI MODALITÀ: IL GIOCATORE ESPULSO DURANTE UNA GARA NON POTRÀ PARTECIPARE ALLA GARA SUCCESSIVA SALVO MAGGIORI SANZIONI INFLITTE DAL GIUDICE SPORTIVO; IL GIOCATORE CHE NEL CORSO DEL TORNEO INCORRE NELLA SECONDA AMMONIZIONE SARÀ SQUALIFICATO PER UNA GARA SU DECLARATORIA DEL GIUDICE SPORTIVO

ART.14 RECLAMI

EVENTUALI RECLAMI DOVRANNO ESSERE PRESENTATI ENTRO 30 MINUTI DALLA FINE DELLA GARA ACCOMPAGNATI DALLA TASSA  DI EURO 50.00 ; COPIA DEL RECLAMO DOVRÀ ESSERE CONSEGNATA ALLA CONTROPARTE SEMPRE NEI TERMINI DEI 30 MINUTI.

ART. 15 ASSICURAZIONE

È RESPONSABILITÀ DI OGNI SOCIETÀ PARTECIPANTE ASSICURARE AI PROPRI GIOCATORI LA COPERTURA ASSICURATIVA. L’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO È RESPONSABILE DELLA REGOLARITÀ DELLA COPERTURA ASSICURATIVA

ART.16 I.F.A.B.

LE PARTITE SI GIOCANO SECONDO LE REGOLE DELLA INTERNATIONAL FOOTBALL ASSOCIATIONS BOARD (IFAB) EDIZIONE CORRENTE.

ART.17 NORME GENERALI

PER QUANTO NON PREVISTO DAL PRESENTE REGOLAMENTO, VALGONO LE DISPOSIZIONI DEI REGOLAMENTI FEDERALI IN QUANTO COMPATIBILI, E QUELLE RIPORTATE SUL COMUNICATO UFFICIALE N°1 DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO RELATIVO ALLA STAGIONE SPORTIVA IN CORSO.

 

REGOLAMENTO CAT. GIOVANISSIMI UNDER 15

ART:1 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETÀ

IL TORNEO È RISERVATO AI CALCIATORI APPARTENENTI ALLA CATEGORIA UNDER 15 REGOLARMENTE TESSERATI CON LA PROPRIA SOCIETÀ E FEDERAZIONE DI APPARTENENZA PER LA STAGIONE IN CORSO.

UNDER 17  NATI DAL 01.01.2004 AL  31.12.2005

È POSSIBILE UTILIZZARE UN MASSIMO DI 5 (CINQUE) CALCIATORI NATI NEL 2006 CHE ABBIANO COMPIUTO ANAGRAFICAMENTE IL 12° ANNO D’ETÀ

ART.2 PRESTITI

È CONSENTITO IL RICORSO A PRESTITI, IN NUMERO MASSIMO DI 3 (TRE) PER SQUADRA NON INTERCAMBIABILI E     VALIDI PER L’INTERA DURATA DEL TORNEO, PREVIA PRESENTAZIONE DI REGOLARE  NULLA  OSTA  RILASCIATO DALLA SOCIETÀ DI APPARTENENZA CHE NON PUÒ ESSERE TRA LE PARTECIPANTI AL TORNEO

ART.3 ELENCHI GIOCATORI

LE SOCIETÀ’ PARTECIPANTI DOVRANNO PRESENTARE AL, L’ ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO, PRIMA DEL SUO INIZIO, L’ELENCO DEI CALCIATORI CHE INTENDONO UTILIZZARE, FINO AD UN MASSIMO DI N. 22 DOPO L’AVVENUTA CONSEGNA E’ PROIBITO APPORTARE MODIFICHE A TALE ELENCHI.

NELLA DISTINTA DA PRESENTARE ALL’ARBITRO PRIMA DELLA GARA SARANNO INDICATI FINO AD UN MASSIMO DI 22 GIOCATORI

ART.4 SOSTITUZIONI

SONO CONSENTITE N°7 SOSTITUZIONI, INDIPENDENTEMENTE DAL RUOLO, IN QUALSIASI MOMENTO DELLA GARA

ART.5 FORMULA DEL TORNEO

IL TORNEO SI SVOLGERÀ CON LA SEGUENTE FORMULA E MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE.

LE SQUADRE SARANNO DIVISE IN DUE RAGGRUPPAMENTI (A E B), LA FORMULA È QUELLA ALL’ITALIANA, CON CLASSIFICA A PUNTI E CON GARE DI SOLA ANDATA.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE FINALI: DUE TEMPI DA 20 MINUTI, IN CASO DI PARITÀ L’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE, SECONDO LE NORME VIGENTI.

TEMPO DI ATTESA IN CASO DI RITARDO  SARÀ DI 20 MINUTI

ART.6 CLASSIFICHE

LE CLASSIFICHE SARANNO REDATTE IN BASE AI SEGUENTI CRITERI:

3 PUNTI PER LA VITTORIA – 1 PUNTO PER IL PAREGGIO – 0 PUNTI PER LA SCONFITTA IN CASO DI PARITÀ DI PUNTEGGIO VALGONO I CRITERI IN ORDINE ELENCATI:

  1. ESITO DEGLI INCONTRI DIRETTI
  2. DIFFERENZA RETI NEGLI INCONTRI DIRETTI FRA LE SQUADRE A PARITÀ DI PUNTI
  3. DIFFERENZA RETI SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  4. MAGGIOR NUMERO DI RETI SEGNATE SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  5. CLASSIFICA DISCIPLINA
  6. SORTEGGIO

ART.7 TEMPI DI GARA

LE GARE SI SVOLGERANNO IN 2 (DUE) TEMPI DELLA DURATA DI  20 MINUTI CIASCUNO

LE PARTITE SI GIOCANO 11>11 SU CAMPI DI DIMENSIONI REGOLAMENTARI CON PORTE REGOLAMENTARI E UTILIZZO DI PALLONI N° 5

ART.8 CALCI DI RIGORE (PREVISTI NELLE FINALI,SEMIFINALI )

IN CASO DI PARITÀ AL TERMINE DEI DUE TEMPI REGOLAMENTARI SI PROCEDERÀ ALL’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE CON LE MODALITÀ STABILITE DALLA REGOLA 14 DELLE REGOLE DI GIOCO E DELLE DECISIONI UFFICIALI;

ART.9 TEMPI SUPPLEMENTARI

NON SONO PREVISTI TEMPI SUPPLEMENTARI

ART.10 ARBITRI

LE GARE SARANNO DIRETTE DA ARBITRI F.I.G.C. / A.I.A.

ART. 11 COMITATO DEL TORNEO

SARÀ PREDISPOSTO UN COMITATO DI TORNEO CHE, SARÀ RESPONSABILE PER QUALUNQUE DISPUTA, PROTESTA, RECLAMO O CIRCOSTANZA NON PREVISTA. IL COMITATO SARÀ COMPOSTO DALLE SEGUENTI PERSONE:

NOME: COGNOME: SOCIETÀ DI APPARTENENZA FUNZIONE
DOMENICO VALENTE A.S.D. VALLOTTA PRESIDENTE
ADOLFO PASCALE POL.S. MARIA CILENTO VICE PRESIDENTE
GIUSEPPE MAIORANO JUGEND AGROPOLI MEMBRO
ANTONIO INVERSO MEMBRO

IL COMITATO NON ACCETTERÀ PROTESTE O RECLAMI SULLE DECISIONI PRESE DAGLI ARBITRI

IL COMITATO PROVVEDERÀ A SEGNALARE ALLA PROPRIA FEDERAZIONE NAZIONALE O INTERNAZIONALE PREPOSTA AD ADOTTARE I PROVVEDIMENTI RITENUTI OPPORTUNI OGNI GIOCATORE ED OGNI MEMBRO DELLE DELEGAZIONI PARTECIPANTI RITENUTI COLPEVOLI DI CONDOTTA ANTISPORTIVA DURANTE IL TORNEO

ART.12 DISCIPLINA DEL TORNEO

LA DISCIPLINA DEL TORNEO VIENE AFFIDATA AL GIUDICE SPORTIVO TITOLARE O SUPPLENTE DEL COMITATO  DI COMPETENZA

ART.13 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI (PER I TORNEI A RAPIDO SVOLGIMENTO)

È PREVISTO L’AUTOMATISMO DELLE SANZIONI CON LE SEGUENTI MODALITÀ: IL GIOCATORE ESPULSO DURANTE UNA GARA NON POTRÀ PARTECIPARE ALLA GARA SUCCESSIVA SALVO MAGGIORI SANZIONI INFLITTE DAL GIUDICE SPORTIVO; IL GIOCATORE CHE NEL CORSO DEL TORNEO INCORRE NELLA SECONDA AMMONIZIONE SARÀ SQUALIFICATO PER UNA GARA SU DECLARATORIA DEL GIUDICE SPORTIVO

ART.14 RECLAMI

EVENTUALI RECLAMI DOVRANNO ESSERE PRESENTATI ENTRO 30 MINUTI DALLA FINE DELLA GARA ACCOMPAGNATI DALLA TASSA  DI EURO 50.00 ; COPIA DEL RECLAMO DOVRÀ ESSERE CONSEGNATA ALLA CONTROPARTE SEMPRE NEI TERMINI DEI 30 MINUTI.

ART. 15 ASSICURAZIONE

È RESPONSABILITÀ DI OGNI SOCIETÀ PARTECIPANTE ASSICURARE AI PROPRI GIOCATORI LA COPERTURA ASSICURATIVA. L’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO È RESPONSABILE DELLA REGOLARITÀ DELLA COPERTURA ASSICURATIVA

ART.16 I.F.A.B.

LE PARTITE SI GIOCANO SECONDO LE REGOLE DELLA INTERNATIONAL FOOTBALL ASSOCIATIONS BOARD (IFAB) EDIZIONE CORRENTE.

ART.17 NORME GENERALI

PER QUANTO NON PREVISTO DAL PRESENTE REGOLAMENTO, VALGONO LE DISPOSIZIONI DEI REGOLAMENTI FEDERALI IN QUANTO COMPATIBILI, E QUELLE RIPORTATE SUL COMUNICATO UFFICIALE N°1 DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO RELATIVO ALLA STAGIONE SPORTIVA IN CORSO.

 

REGOLAMENTO CAT. GIOVANISSIMI UNDER 14

ART:1 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETÀ

IL TORNEO È RISERVATO AI CALCIATORI APPARTENENTI ALLA CATEGORIA UNDER 14 REGOLARMENTE TESSERATI CON LA PROPRIA SOCIETÀ E FEDERAZIONE DI APPARTENENZA PER LA STAGIONE IN CORSO.

UNDER 14  NATI DAL 01.01.2005  AL  31.12.2005

È POSSIBILE UTILIZZARE UN MASSIMO DI 5 (CINQUE) CALCIATORI NATI NEL 2006 CHE ABBIANO COMPIUTO ANAGRAFICAMENTE IL 12° ANNO D’ETÀ

ART.2 PRESTITI

È CONSENTITO IL RICORSO A PRESTITI, IN NUMERO MASSIMO DI 3 (TRE) PER SQUADRA NON INTERCAMBIABILI E     VALIDI PER L’INTERA DURATA DEL TORNEO, PREVIA PRESENTAZIONE DI REGOLARE  NULLA  OSTA  RILASCIATO DALLA SOCIETÀ DI APPARTENENZA CHE NON PUÒ ESSERE TRA LE PARTECIPANTI AL TORNEO

ART.3 ELENCHI GIOCATORI

LE SOCIETÀ’ PARTECIPANTI DOVRANNO PRESENTARE AL, L’ ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO, PRIMA DEL SUO INIZIO, L’ELENCO DEI CALCIATORI CHE INTENDONO UTILIZZARE, FINO AD UN MASSIMO DI N. 22 DOPO L’AVVENUTA CONSEGNA E’ PROIBITO APPORTARE MODIFICHE A TALE ELENCHI.

NELLA DISTINTA DA PRESENTARE ALL’ARBITRO PRIMA DELLA GARA SARANNO INDICATI FINO AD UN MASSIMO DI 22 GIOCATORI

ART.4 SOSTITUZIONI

SONO CONSENTITE N°7 SOSTITUZIONI, INDIPENDENTEMENTE DAL RUOLO, IN QUALSIASI MOMENTO DELLA GARA

ART.5 FORMULA DEL TORNEO

IL TORNEO SI SVOLGERÀ CON LA SEGUENTE FORMULA E MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE.

LE SQUADRE SARANNO DIVISE IN DUE RAGGRUPPAMENTI (A E B), LA FORMULA È QUELLA ALL’ITALIANA, CON CLASSIFICA A PUNTI E CON GARE DI SOLA ANDATA.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE FINALI: DUE TEMPI DA 20 MINUTI, IN CASO DI PARITÀ L’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE, SECONDO LE NORME VIGENTI.

TEMPO DI ATTESA IN CASO DI RITARDO  SARÀ DI 20 MINUTI

ART.6 CLASSIFICHE

LE CLASSIFICHE SARANNO REDATTE IN BASE AI SEGUENTI CRITERI:

3 PUNTI PER LA VITTORIA – 1 PUNTO PER IL PAREGGIO – 0 PUNTI PER LA SCONFITTA IN CASO DI PARITÀ DI PUNTEGGIO VALGONO I CRITERI IN ORDINE ELENCATI:

  1. ESITO DEGLI INCONTRI DIRETTI
  2. DIFFERENZA RETI NEGLI INCONTRI DIRETTI FRA LE SQUADRE A PARITÀ DI PUNTI
  3. DIFFERENZA RETI SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  4. MAGGIOR NUMERO DI RETI SEGNATE SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  5. CLASSIFICA DISCIPLINA
  6. SORTEGGIO

ART.7 TEMPI DI GARA

LE GARE SI SVOLGERANNO IN 2 (DUE) TEMPI DELLA DURATA DI  20 MINUTI CIASCUNO

LE PARTITE SI GIOCANO 11>11 SU CAMPI DI DIMENSIONI REGOLAMENTARI CON PORTE REGOLAMENTARI E UTILIZZO DI PALLONI N° 5

ART.8 CALCI DI RIGORE (PREVISTI NELLE FINALI,SEMIFINALI )

IN CASO DI PARITÀ AL TERMINE DEI DUE TEMPI REGOLAMENTARI SI PROCEDERÀ ALL’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE CON LE MODALITÀ STABILITE DALLA REGOLA 14 DELLE REGOLE DI GIOCO E DELLE DECISIONI UFFICIALI;

ART.9 TEMPI SUPPLEMENTARI

NON SONO PREVISTI TEMPI SUPPLEMENTARI

ART.10 ARBITRI

LE GARE SARANNO DIRETTE DA ARBITRI F.I.G.C. / A.I.A.

ART. 11 COMITATO DEL TORNEO

SARÀ PREDISPOSTO UN COMITATO DI TORNEO CHE, SARÀ RESPONSABILE PER QUALUNQUE DISPUTA, PROTESTA, RECLAMO O CIRCOSTANZA NON PREVISTA. IL COMITATO SARÀ COMPOSTO DALLE SEGUENTI PERSONE:

NOME: COGNOME: SOCIETÀ DI APPARTENENZA FUNZIONE
DOMENICO VALENTE A.S.D. VALLOTTA PRESIDENTE
ADOLFO PASCALE POL.S. MARIA CILENTO VICE PRESIDENTE
GIUSEPPE MAIORANO JUGEND AGROPOLI MEMBRO
ANTONIO INVERSO MEMBRO

IL COMITATO NON ACCETTERÀ PROTESTE O RECLAMI SULLE DECISIONI PRESE DAGLI ARBITRI

IL COMITATO PROVVEDERÀ A SEGNALARE ALLA PROPRIA FEDERAZIONE NAZIONALE O INTERNAZIONALE PREPOSTA AD ADOTTARE I PROVVEDIMENTI RITENUTI OPPORTUNI OGNI GIOCATORE ED OGNI MEMBRO DELLE DELEGAZIONI PARTECIPANTI RITENUTI COLPEVOLI DI CONDOTTA ANTISPORTIVA DURANTE IL TORNEO

ART.12 DISCIPLINA DEL TORNEO

LA DISCIPLINA DEL TORNEO VIENE AFFIDATA AL GIUDICE SPORTIVO TITOLARE O SUPPLENTE DEL COMITATO  DI COMPETENZA

ART.13 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI (PER I TORNEI A RAPIDO SVOLGIMENTO)

È PREVISTO L’AUTOMATISMO DELLE SANZIONI CON LE SEGUENTI MODALITÀ: IL GIOCATORE ESPULSO DURANTE UNA GARA NON POTRÀ PARTECIPARE ALLA GARA SUCCESSIVA SALVO MAGGIORI SANZIONI INFLITTE DAL GIUDICE SPORTIVO; IL GIOCATORE CHE NEL CORSO DEL TORNEO INCORRE NELLA SECONDA AMMONIZIONE SARÀ SQUALIFICATO PER UNA GARA SU DECLARATORIA DEL GIUDICE SPORTIVO

ART.14 RECLAMI

EVENTUALI RECLAMI DOVRANNO ESSERE PRESENTATI ENTRO 30 MINUTI DALLA FINE DELLA GARA ACCOMPAGNATI DALLA TASSA  DI EURO 50.00 ; COPIA DEL RECLAMO DOVRÀ ESSERE CONSEGNATA ALLA CONTROPARTE SEMPRE NEI TERMINI DEI 30 MINUTI.

ART. 15 ASSICURAZIONE

È RESPONSABILITÀ DI OGNI SOCIETÀ PARTECIPANTE ASSICURARE AI PROPRI GIOCATORI LA COPERTURA ASSICURATIVA. L’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO È RESPONSABILE DELLA REGOLARITÀ DELLA COPERTURA ASSICURATIVA

ART.16 I.F.A.B.

LE PARTITE SI GIOCANO SECONDO LE REGOLE DELLA INTERNATIONAL FOOTBALL ASSOCIATIONS BOARD (IFAB) EDIZIONE CORRENTE.

ART.17 NORME GENERALI

PER QUANTO NON PREVISTO DAL PRESENTE REGOLAMENTO, VALGONO LE DISPOSIZIONI DEI REGOLAMENTI FEDERALI IN QUANTO COMPATIBILI, E QUELLE RIPORTATE SUL COMUNICATO UFFICIALE N°1 DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO RELATIVO ALLA STAGIONE SPORTIVA IN CORSO.

REGOLAMENTO CAT. ESORDIENTI 2° ANNO

ART:1 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETÀ

IL TORNEO È RISERVATO AI CALCIATORI APPARTENENTI ALLA CATEGORIA ESORDIENTI 2° ANNO REGOLARMENTE TESSERATI CON LA PROPRIA SOCIETÀ E FEDERAZIONE DI APPARTENENZA PER LA STAGIONE IN CORSO. NATI DAL 01.01.2006 AL 31.12.2006 È POSSIBILE UTILIZZARE UN NUMERO MASSIMO DI 3 (TRE) GIOCATORI NATI NEL 2007

ART.2 PRESTITI

È CONSENTITO IL RICORSO A PRESTITI, IN NUMERO MASSIMO DI 3 (TRE) PER SQUADRA NON INTERCAMBIABILI E     VALIDI PER L’INTERA DURATA DEL TORNEO, PREVIA PRESENTAZIONE DI REGOLARE  NULLA  OSTA  RILASCIATO DALLA SOCIETÀ DI APPARTENENZA CHE NON PUÒ ESSERE TRA LE PARTECIPANTI AL TORNEO

ART.3 ELENCHI GIOCATORI

LE SOCIETÀ’ PARTECIPANTI DOVRANNO PRESENTARE AL, L’ ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO, PRIMA DEL SUO INIZIO, L’ELENCO DEI CALCIATORI CHE INTENDONO UTILIZZARE, FINO AD UN MASSIMO DI N. 22 DOPO L’AVVENUTA CONSEGNA E’ PROIBITO APPORTARE MODIFICHE A TALE ELENCHI.

NELLA DISTINTA DA PRESENTARE ALL’ARBITRO PRIMA DELLA GARA SARANNO INDICATI FINO AD UN MASSIMO DI 22  GIOCATORI

ART.4 SOSTITUZIONI

SONO AMMESSE SOSTITUZIONI LIBERE ED ILLIMITATE. E’ CONSENTITO PORTARE IN PANCHINA TUTTI I CALCIATORI DELLA ROSA, FINO AD UN MASSIMO DI 20

ART.5 FORMULA DEL TORNEO

IL TORNEO SI SVOLGERÀ CON LA SEGUENTE FORMULA E MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE.

LE SQUADRE SARANNO DIVISE IN DUE RAGGRUPPAMENTI (A E B), LA FORMULA È QUELLA ALL’ITALIANA, CON CLASSIFICA A PUNTI E CON GARE DI SOLA ANDATA.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE FINALI: DUE TEMPI DA 20 MINUTI, IN CASO DI PARITÀ L’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE, SECONDO LE NORME VIGENTI.

TEMPO DI ATTESA IN CASO DI RITARDO  SARÀ DI 20 MINUTI

ART.6 CLASSIFICHE

LE CLASSIFICHE SARANNO REDATTE IN BASE AI SEGUENTI CRITERI:

3 PUNTI PER LA VITTORIA – 1 PUNTO PER IL PAREGGIO – 0 PUNTI PER LA SCONFITTA IN CASO DI PARITÀ DI PUNTEGGIO VALGONO I CRITERI IN ORDINE ELENCATI:

  1. ESITO DEGLI INCONTRI DIRETTI
  2. DIFFERENZA RETI NEGLI INCONTRI DIRETTI FRA LE SQUADRE A PARITÀ DI PUNTI
  3. DIFFERENZA RETI SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  4. MAGGIOR NUMERO DI RETI SEGNATE SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  5. CLASSIFICA DISCIPLINA
  6. SORTEGGIO

ART.7 TEMPI DI GARA

LE GARE SI SVOLGERANNO IN 2 (DUE) TEMPI DELLA DURATA DI 20 MINUTI CIASCUNO

LE PARTITE SI GIOCANO 9 > 9 SU CAMPI DI DIMENSIONI RIDOTTE CON PORTE RIDOTTE ED UTILIZZO DI PALLONI N° 4

ART.8 CALCI DI RIGORE (PREVISTI NELLE FINALI,SEMIFINALI )

IN CASO DI PARITÀ AL TERMINE DEI DUE TEMPI REGOLAMENTARI SI PROCEDERÀ ALL’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE CON LE MODALITÀ STABILITE DALLA REGOLA 14 DELLE REGOLE DI GIOCO E DELLE DECISIONI UFFICIALI;

ART.9 TEMPI SUPPLEMENTARI

NON SONO PREVISTI TEMPI SUPPLEMENTARI

ART.10 ARBITRI

LE PARTITE SARANNO ARBITRATE DA TECNICI O DIRIGENTI REGOLARMENTE TESSERATI DALLA F.I.G.C MESSI A DISPOSIZIONE DALL’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO. IN OGNI CASO I RAPPORTI GARA CON ALLEGATE LE DISTINTE DEI GIOCATORI SARANNO TRASMESSE AL COMITATO DI COMPETENZA NEI TERMINI PREVISTI PER LA NECESSARIA VISIONE DEL GIUDICE SPORTIVO

ART. 11 COMITATO DEL TORNEO

SARÀ PREDISPOSTO UN COMITATO DI TORNEO CHE, SARÀ RESPONSABILE PER QUALUNQUE DISPUTA, PROTESTA, RECLAMO O CIRCOSTANZA NON PREVISTA. IL COMITATO SARÀ COMPOSTO DALLE SEGUENTI PERSONE:

NOME: COGNOME: SOCIETÀ DI APPARTENENZA FUNZIONE
DOMENICO VALENTE A.S.D. VALLOTTA PRESIDENTE
ADOLFO PASCALE POL.S. MARIA CILENTO VICE PRESIDENTE
GIUSEPPE MAIORANO JUGEND AGROPOLI MEMBRO
ANTONIO INVERSO MEMBRO

IL COMITATO NON ACCETTERÀ PROTESTE O RECLAMI SULLE DECISIONI PRESE DAGLI ARBITRI

IL COMITATO PROVVEDERÀ A SEGNALARE ALLA PROPRIA FEDERAZIONE NAZIONALE O INTERNAZIONALE PREPOSTA AD ADOTTARE I PROVVEDIMENTI RITENUTI OPPORTUNI OGNI GIOCATORE ED OGNI MEMBRO DELLE DELEGAZIONI PARTECIPANTI RITENUTI COLPEVOLI DI CONDOTTA ANTISPORTIVA DURANTE IL TORNEO

ART.12 DISCIPLINA DEL TORNEO

LA DISCIPLINA DEL TORNEO VIENE AFFIDATA AL GIUDICE SPORTIVO TITOLARE O SUPPLENTE DEL COMITATO  DI COMPETENZA

ART.13 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI (PER I TORNEI A RAPIDO SVOLGIMENTO)

L’ARTICOLO 45 COMMA 2 DEL CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA NON PREVEDE L’AUTOMATISMO DELLE SANZIONI PER LA CATEGORIA ESORDIENTI CHE, PERTANTO DOVRANNO SOGGIACERE AI PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE SPORTIVO.

ART.14 RECLAMI

EVENTUALI RECLAMI DOVRANNO ESSERE PRESENTATI ENTRO 30 MINUTI DALLA FINE DELLA GARA ACCOMPAGNATI DALLA TASSA  DI EURO 50.00 ; COPIA DEL RECLAMO DOVRÀ ESSERE CONSEGNATA ALLA CONTROPARTE SEMPRE NEI TERMINI DEI 30 MINUTI.

ART. 15 ASSICURAZIONE

È RESPONSABILITÀ DI OGNI SOCIETÀ PARTECIPANTE ASSICURARE AI PROPRI GIOCATORI LA COPERTURA ASSICURATIVA. L’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO È RESPONSABILE DELLA REGOLARITÀ DELLA COPERTURA ASSICURATIVA

ART.16 I.F.A.B.

LE PARTITE SI GIOCANO SECONDO LE REGOLE DELLA INTERNATIONAL FOOTBALL ASSOCIATIONS BOARD (IFAB) EDIZIONE CORRENTE.

ART.17 NORME GENERALI

PER QUANTO NON PREVISTO DAL PRESENTE REGOLAMENTO, VALGONO LE DISPOSIZIONI DEI REGOLAMENTI FEDERALI IN QUANTO COMPATIBILI, E QUELLE RIPORTATE SUL COMUNICATO UFFICIALE N°1 DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO RELATIVO ALLA STAGIONE SPORTIVA IN CORSO.

 

REGOLAMENTO CAT. ESORDIENTI 1° ANNO

ART:1 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETÀ

IL TORNEO È RISERVATO AI CALCIATORI APPARTENENTI ALLA CATEGORIA ESORDIENTI 1° ANNO REGOLARMENTE TESSERATI CON LA PROPRIA SOCIETÀ E FEDERAZIONE DI APPARTENENZA PER LA STAGIONE IN CORSO.

NATI DAL 01.01.2007 AL 31.12.2007 È POSSIBILE UTILIZZARE UN NUMERO MASSIMO DI 3 GIOCATORI NATI NEL 2008 CHE ABBIANO ANAGRAFICAMENTE COMPIUTO IL 10° ANNO DETÀ

ART.2 PRESTITI

È CONSENTITO IL RICORSO A PRESTITI, IN NUMERO MASSIMO DI 3 (TRE) PER SQUADRA NON INTERCAMBIABILI E     VALIDI PER L’INTERA DURATA DEL TORNEO, PREVIA PRESENTAZIONE DI REGOLARE  NULLA  OSTA  RILASCIATO DALLA SOCIETÀ DI APPARTENENZA CHE NON PUÒ ESSERE TRA LE PARTECIPANTI AL TORNEO

ART.3 ELENCHI GIOCATORI

LE SOCIETÀ’ PARTECIPANTI DOVRANNO PRESENTARE AL, L’ ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO, PRIMA DEL SUO INIZIO, L’ELENCO DEI CALCIATORI CHE INTENDONO UTILIZZARE, FINO AD UN MASSIMO DI N. 22 DOPO L’AVVENUTA CONSEGNA E’ PROIBITO APPORTARE MODIFICHE A TALE ELENCHI.

NELLA DISTINTA DA PRESENTARE ALL’ARBITRO PRIMA DELLA GARA SARANNO INDICATI FINO AD UN MASSIMO DI 22 GIOCATORI

ART.4 SOSTITUZIONI

SONO AMMESSE SOSTITUZIONI LIBERE ED ILLIMITATE. E’ CONSENTITO PORTARE IN PANCHINA TUTTI I CALCIATORI DELLA ROSA, FINO AD UN MASSIMO DI 22

ART.5 FORMULA DEL TORNEO

IL TORNEO SI SVOLGERÀ CON LA SEGUENTE FORMULA E MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE.

LE SQUADRE SARANNO DIVISE IN DUE RAGGRUPPAMENTI (A E B), LA FORMULA È QUELLA ALL’ITALIANA, CON CLASSIFICA A PUNTI E CON GARE DI SOLA ANDATA.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE FINALI: DUE TEMPI DA 20 MINUTI, IN CASO DI PARITÀ L’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE, SECONDO LE NORME VIGENTI.

TEMPO DI ATTESA IN CASO DI RITARDO  SARÀ DI 20 MINUTI

ART.6 CLASSIFICHE

LE CLASSIFICHE SARANNO REDATTE IN BASE AI SEGUENTI CRITERI:

3 PUNTI PER LA VITTORIA – 1 PUNTO PER IL PAREGGIO – 0 PUNTI PER LA SCONFITTA IN CASO DI PARITÀ DI PUNTEGGIO VALGONO I CRITERI IN ORDINE ELENCATI:

  1. ESITO DEGLI INCONTRI DIRETTI
  2. DIFFERENZA RETI NEGLI INCONTRI DIRETTI FRA LE SQUADRE A PARITÀ DI PUNTI
  3. DIFFERENZA RETI SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  4. MAGGIOR NUMERO DI RETI SEGNATE SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  5. CLASSIFICA DISCIPLINA
  6. SORTEGGIO

ART.7 TEMPI DI GARA

LE GARE SI SVOLGERANNO IN 2 (DUE) TEMPI DELLA DURATA DI 20 MINUTI CIASCUNO

LE PARTITE SI GIOCANO 9 > 9 SU CAMPI DI DIMENSIONI RIDOTTE CON PORTE RIDOTTE ED UTILIZZO DI PALLONI N° 4

ART.8 CALCI DI RIGORE (PREVISTI NELLE FINALI,SEMIFINALI )

IN CASO DI PARITÀ AL TERMINE DEI DUE TEMPI REGOLAMENTARI SI PROCEDERÀ ALL’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE CON LE MODALITÀ STABILITE DALLA REGOLA 14 DELLE REGOLE DI GIOCO E DELLE DECISIONI UFFICIALI;

ART.9 TEMPI SUPPLEMENTARI

NON SONO PREVISTI TEMPI SUPPLEMENTARI

ART.10 ARBITRI

LE PARTITE SARANNO ARBITRATE DA TECNICI O DIRIGENTI REGOLARMENTE TESSERATI DALLA F.I.G.C MESSI A DISPOSIZIONE DALL’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO. IN OGNI CASO I RAPPORTI GARA CON ALLEGATE LE DISTINTE DEI GIOCATORI SARANNO TRASMESSE AL COMITATO DI COMPETENZA NEI TERMINI PREVISTI PER LA NECESSARIA VISIONE DEL GIUDICE SPORTIVO

ART. 11 COMITATO DEL TORNEO

SARÀ PREDISPOSTO UN COMITATO DI TORNEO CHE, SARÀ RESPONSABILE PER QUALUNQUE DISPUTA, PROTESTA, RECLAMO O CIRCOSTANZA NON PREVISTA. IL COMITATO SARÀ COMPOSTO DALLE SEGUENTI PERSONE:

NOME: COGNOME: SOCIETÀ DI APPARTENENZA FUNZIONE
DOMENICO VALENTE A.S.D. VALLOTTA PRESIDENTE
ADOLFO PASCALE POL.S. MARIA CILENTO VICE PRESIDENTE
GIUSEPPE MAIORANO JUGEND AGROPOLI MEMBRO
ANTONIO INVERSO MEMBRO

IL COMITATO NON ACCETTERÀ PROTESTE O RECLAMI SULLE DECISIONI PRESE DAGLI ARBITRI

IL COMITATO PROVVEDERÀ A SEGNALARE ALLA PROPRIA FEDERAZIONE NAZIONALE O INTERNAZIONALE PREPOSTA AD ADOTTARE I PROVVEDIMENTI RITENUTI OPPORTUNI OGNI GIOCATORE ED OGNI MEMBRO DELLE DELEGAZIONI PARTECIPANTI RITENUTI COLPEVOLI DI CONDOTTA ANTISPORTIVA DURANTE IL TORNEO

ART.12 DISCIPLINA DEL TORNEO

LA DISCIPLINA DEL TORNEO VIENE AFFIDATA AL GIUDICE SPORTIVO TITOLARE O SUPPLENTE DEL COMITATO  DI COMPETENZA

ART.13 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI (PER I TORNEI A RAPIDO SVOLGIMENTO)

L’ARTICOLO 45 COMMA 2 DEL CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA NON PREVEDE L’AUTOMATISMO DELLE SANZIONI PER LA CATEGORIA ESORDIENTI CHE, PERTANTO DOVRANNO SOGGIACERE AI PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE SPORTIVO.

ART.14 RECLAMI

EVENTUALI RECLAMI DOVRANNO ESSERE PRESENTATI ENTRO 30 MINUTI DALLA FINE DELLA GARA ACCOMPAGNATI DALLA TASSA  DI EURO 50.00 ; COPIA DEL RECLAMO DOVRÀ ESSERE CONSEGNATA ALLA CONTROPARTE SEMPRE NEI TERMINI DEI 30 MINUTI.

ART. 15 ASSICURAZIONE

È RESPONSABILITÀ DI OGNI SOCIETÀ PARTECIPANTE ASSICURARE AI PROPRI GIOCATORI LA COPERTURA ASSICURATIVA. L’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO È RESPONSABILE DELLA REGOLARITÀ DELLA COPERTURA ASSICURATIVA

ART.16 I.F.A.B.

LE PARTITE SI GIOCANO SECONDO LE REGOLE DELLA INTERNATIONAL FOOTBALL ASSOCIATIONS BOARD (IFAB) EDIZIONE CORRENTE.

ART.17 NORME GENERALI

PER QUANTO NON PREVISTO DAL PRESENTE REGOLAMENTO, VALGONO LE DISPOSIZIONI DEI REGOLAMENTI FEDERALI IN QUANTO COMPATIBILI, E QUELLE RIPORTATE SUL COMUNICATO UFFICIALE N°1 DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO RELATIVO ALLA STAGIONE SPORTIVA IN CORSO.

 

REGOLAMENTO CAT. PULCINI 2° ANNO

ART:1 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETÀ

IL TORNEO È RISERVATO AI CALCIATORI APPARTENENTI ALLA CATEGORIA PULCINI 2° ANNO REGOLARMENTE TESSERATI CON LA PROPRIA SOCIETÀ E FEDERAZIONE DI APPARTENENZA PER LA STAGIONE IN CORSO.

NATI DAL 01.01.2008 AL 31.12.2008 È POSSIBILE UTILIZZARE UN MASSIMO DI 3 CALCIATORI NATI NEL 2009

ART.2 PRESTITI

NON SONO CONSENTITI PRESTITI

ART.3 ELENCHI GIOCATORI

LE SOCIETÀ’ PARTECIPANTI DOVRANNO PRESENTARE AL, L’ ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO, PRIMA DEL SUO INIZIO, L’ELENCO DEI CALCIATORI CHE INTENDONO UTILIZZARE, FINO AD UN MASSIMO DI N. 22 DOPO L’AVVENUTA CONSEGNA E’ PROIBITO APPORTARE MODIFICHE A TALE ELENCHI.

NELLA DISTINTA DA PRESENTARE ALL’ARBITRO PRIMA DELLA GARA SARANNO INDICATI FINO AD UN MASSIMO DI 22 GIOCATORI

ART.4 SOSTITUZIONI

SONO AMMESSE SOSTITUZIONI LIBERE ED ILLIMITATE. E’ CONSENTITO PORTARE IN PANCHINA TUTTI I CALCIATORI DELLA ROSA, FINO AD UN MASSIMO DI 14

ART.5 FORMULA DEL TORNEO

IL TORNEO SI SVOLGERÀ CON LA SEGUENTE FORMULA E MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE.

LE SQUADRE SARANNO DIVISE IN DUE RAGGRUPPAMENTI (A E B), LA FORMULA È QUELLA ALL’ITALIANA, CON CLASSIFICA A PUNTI E CON GARE DI SOLA ANDATA.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE FINALI: DUE TEMPI DA 20 MINUTI, IN CASO DI PARITÀ L’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE, SECONDO LE NORME VIGENTI.

TEMPO DI ATTESA IN CASO DI RITARDO  SARÀ DI 20 MINUTI

ART.6 CLASSIFICHE

LE CLASSIFICHE SARANNO REDATTE IN BASE AI SEGUENTI CRITERI:

3 PUNTI PER LA VITTORIA – 1 PUNTO PER IL PAREGGIO – 0 PUNTI PER LA SCONFITTA IN CASO DI PARITÀ DI PUNTEGGIO VALGONO I CRITERI IN ORDINE ELENCATI:

  1. ESITO DEGLI INCONTRI DIRETTI
  2. DIFFERENZA RETI NEGLI INCONTRI DIRETTI FRA LE SQUADRE A PARITÀ DI PUNTI
  3. DIFFERENZA RETI SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  4. MAGGIOR NUMERO DI RETI SEGNATE SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  5. CLASSIFICA DISCIPLINA
  6. SORTEGGIO

ART.7 TEMPI DI GARA

LE GARE SI SVOLGERANNO IN 2 (DUE) TEMPI DELLA DURATA DI 20 MINUTI CIASCUNO

LE PARTITE SI GIOCANO 6 > 6 SU CAMPI DI DIMENSIONI RIDOTTE CON PORTE RIDOTTE ED UTILIZZO DI PALLONI N° 4

ART.8 CALCI DI RIGORE (PREVISTI NELLE FINALI,SEMIFINALI )

IN CASO DI PARITÀ AL TERMINE DEI DUE TEMPI REGOLAMENTARI SI PROCEDERÀ ALL’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE CON LE MODALITÀ STABILITE DALLA REGOLA 14 DELLE REGOLE DI GIOCO E DELLE DECISIONI UFFICIALI;

ART.9 TEMPI SUPPLEMENTARI

NON SONO PREVISTI TEMPI SUPPLEMENTARI

ART.10 ARBITRI

LE PARTITE SARANNO ARBITRATE DA TECNICI O DIRIGENTI REGOLARMENTE TESSERATI DALLA F.I.G.C MESSI A DISPOSIZIONE DALL’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO. IN OGNI CASO I RAPPORTI GARA CON ALLEGATE LE DISTINTE DEI GIOCATORI SARANNO TRASMESSE AL COMITATO DI COMPETENZA NEI TERMINI PREVISTI PER LA NECESSARIA VISIONE DEL GIUDICE SPORTIVO

ART. 11 COMITATO DEL TORNEO

SARÀ PREDISPOSTO UN COMITATO DI TORNEO CHE, SARÀ RESPONSABILE PER QUALUNQUE DISPUTA, PROTESTA, RECLAMO O CIRCOSTANZA NON PREVISTA. IL COMITATO SARÀ COMPOSTO DALLE SEGUENTI PERSONE:

NOME: COGNOME: SOCIETÀ DI APPARTENENZA FUNZIONE
DOMENICO VALENTE A.S.D. VALLOTTA PRESIDENTE
ADOLFO PASCALE POL.S. MARIA CILENTO VICE PRESIDENTE
GIUSEPPE MAIORANO JUGEND AGROPOLI MEMBRO
ANTONIO INVERSO MEMBRO

IL COMITATO NON ACCETTERÀ PROTESTE O RECLAMI SULLE DECISIONI PRESE DAGLI ARBITRI

IL COMITATO PROVVEDERÀ A SEGNALARE ALLA PROPRIA FEDERAZIONE NAZIONALE O INTERNAZIONALE PREPOSTA AD ADOTTARE I PROVVEDIMENTI RITENUTI OPPORTUNI OGNI GIOCATORE ED OGNI MEMBRO DELLE DELEGAZIONI PARTECIPANTI RITENUTI COLPEVOLI DI CONDOTTA ANTISPORTIVA DURANTE IL TORNEO

ART.12 DISCIPLINA DEL TORNEO

LA DISCIPLINA DEL TORNEO VIENE AFFIDATA AL GIUDICE SPORTIVO TITOLARE O SUPPLENTE DEL COMITATO  DI COMPETENZA

ART.13 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI (PER I TORNEI A RAPIDO SVOLGIMENTO)

L’ARTICOLO 45 COMMA 2 DEL CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA NON PREVEDE L’AUTOMATISMO DELLE SANZIONI PER LA CATEGORIA PULCINI CHE, PERTANTO DOVRANNO SOGGIACERE AI PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE SPORTIVO..

ART.14 RECLAMI

EVENTUALI RECLAMI DOVRANNO ESSERE PRESENTATI ENTRO 30 MINUTI DALLA FINE DELLA GARA ACCOMPAGNATI DALLA TASSA  DI EURO 50.00 ; COPIA DEL RECLAMO DOVRÀ ESSERE CONSEGNATA ALLA CONTROPARTE SEMPRE NEI TERMINI DEI 30 MINUTI.

ART. 15 ASSICURAZIONE

È RESPONSABILITÀ DI OGNI SOCIETÀ PARTECIPANTE ASSICURARE AI PROPRI GIOCATORI LA COPERTURA ASSICURATIVA. L’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO È RESPONSABILE DELLA REGOLARITÀ DELLA COPERTURA ASSICURATIVA

ART.16 I.F.A.B.

LE PARTITE SI GIOCANO SECONDO LE REGOLE DELLA INTERNATIONAL FOOTBALL ASSOCIATIONS BOARD (IFAB) EDIZIONE CORRENTE.

ART.17 NORME GENERALI

PER QUANTO NON PREVISTO DAL PRESENTE REGOLAMENTO, VALGONO LE DISPOSIZIONI DEI REGOLAMENTI FEDERALI IN QUANTO COMPATIBILI, E QUELLE RIPORTATE SUL COMUNICATO UFFICIALE N°1 DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO RELATIVO ALLA STAGIONE SPORTIVA IN CORSO.

REGOLAMENTO CAT. PULCINI 1° ANNO

ART:1 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETÀ

IL TORNEO È RISERVATO AI CALCIATORI APPARTENENTI ALLA CATEGORIA PULCINI 1° ANNO REGOLARMENTE TESSERATI CON LA PROPRIA SOCIETÀ E FEDERAZIONE DI APPARTENENZA PER LA STAGIONE IN CORSO. NATI DAL 01.01.2009 AL 31.12.2009 È POSSIBILE UTILIZZARE UN MASSIMO DI 3 CALCIATORI NATI NEL 2010 CHE ABBIANO COMPIUTO ANAGRAFICAMENTE L’ 8° ANNO DETÀ

ART.2 PRESTITI

NON SONO CONSENTITI PRESTITI

ART.3 ELENCHI GIOCATORI

LE SOCIETÀ PARTECIPANTI DOVRANNO PRESENTARE AL, L’ ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO, PRIMA DEL SUO INIZIO, L’ELENCO DEI CALCIATORI CHE INTENDONO UTILIZZARE, FINO AD UN MASSIMO DI N. 22 DOPO L’AVVENUTA CONSEGNA E’ PROIBITO APPORTARE MODIFICHE A TALE ELENCHI.

NELLA DISTINTA DA PRESENTARE ALL’ARBITRO PRIMA DELLA GARA SARANNO INDICATI FINO AD UN MASSIMO DI 22 GIOCATORI

ART.4 SOSTITUZIONI

SONO AMMESSE SOSTITUZIONI LIBERE ED ILLIMITATE. E’ CONSENTITO PORTARE IN PANCHINA TUTTI I CALCIATORI DELLA ROSA, FINO AD UN MASSIMO DI 14

ART.5 FORMULA DEL TORNEO

IL TORNEO SI SVOLGERÀ CON LA SEGUENTE FORMULA E MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE.

LE SQUADRE SARANNO DIVISE IN DUE RAGGRUPPAMENTI (A E B), LA FORMULA È QUELLA ALL’ITALIANA, CON CLASSIFICA A PUNTI E CON GARE DI SOLA ANDATA.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE FINALI: DUE TEMPI DA 20 MINUTI, IN CASO DI PARITÀ L’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE, SECONDO LE NORME VIGENTI.

TEMPO DI ATTESA IN CASO DI RITARDO  SARÀ DI 20 MINUTI

ART.6 CLASSIFICHE

LE CLASSIFICHE SARANNO REDATTE IN BASE AI SEGUENTI CRITERI:

3 PUNTI PER LA VITTORIA – 1 PUNTO PER IL PAREGGIO – 0 PUNTI PER LA SCONFITTA IN CASO DI PARITÀ DI PUNTEGGIO VALGONO I CRITERI IN ORDINE ELENCATI:

  1. ESITO DEGLI INCONTRI DIRETTI
  2. DIFFERENZA RETI NEGLI INCONTRI DIRETTI FRA LE SQUADRE A PARITÀ DI PUNTI
  3. DIFFERENZA RETI SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  4. MAGGIOR NUMERO DI RETI SEGNATE SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  5. CLASSIFICA DISCIPLINA
  6. SORTEGGIO

ART.7 TEMPI DI GARA

LE GARE SI SVOLGERANNO IN 2 (DUE) TEMPI DELLA DURATA DI 20 MINUTI CIASCUNO

LE PARTITE SI GIOCANO 6 > 6 SU CAMPI DI DIMENSIONI RIDOTTE CON PORTE RIDOTTE ED UTILIZZO DI PALLONI N° 4

ART.8 CALCI DI RIGORE (PREVISTI NELLE FINALI,SEMIFINALI )

IN CASO DI PARITÀ AL TERMINE DEI DUE TEMPI REGOLAMENTARI SI PROCEDERÀ ALL’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE CON LE MODALITÀ STABILITE DALLA REGOLA 14 DELLE REGOLE DI GIOCO E DELLE DECISIONI UFFICIALI; 

ART.9 TEMPI SUPPLEMENTARI

NON SONO PREVISTI TEMPI SUPPLEMENTARI

ART.10 ARBITRI

LE PARTITE SARANNO ARBITRATE DA TECNICI O DIRIGENTI REGOLARMENTE TESSERATI DALLA F.I.G.C MESSI A DISPOSIZIONE DALL’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO. IN OGNI CASO I RAPPORTI GARA CON ALLEGATE LE DISTINTE DEI GIOCATORI SARANNO TRASMESSE AL COMITATO DI COMPETENZA NEI TERMINI PREVISTI PER LA NECESSARIA VISIONE DEL GIUDICE SPORTIVO

ART. 11 COMITATO DEL TORNEO

SARÀ PREDISPOSTO UN COMITATO DI TORNEO CHE, SARÀ RESPONSABILE PER QUALUNQUE DISPUTA, PROTESTA, RECLAMO O CIRCOSTANZA NON PREVISTA. IL COMITATO SARÀ COMPOSTO DALLE SEGUENTI PERSONE:

NOME: COGNOME: SOCIETÀ DI APPARTENENZA FUNZIONE
DOMENICO VALENTE A.S.D. VALLOTTA PRESIDENTE
ADOLFO PASCALE POL.S. MARIA CILENTO VICE PRESIDENTE
GIUSEPPE MAIORANO JUGEND AGROPOLI MEMBRO
ANTONIO INVERSO MEMBRO

IL COMITATO NON ACCETTERÀ PROTESTE O RECLAMI SULLE DECISIONI PRESE DAGLI ARBITRI

IL COMITATO PROVVEDERÀ A SEGNALARE ALLA PROPRIA FEDERAZIONE NAZIONALE O INTERNAZIONALE PREPOSTA AD ADOTTARE I PROVVEDIMENTI RITENUTI OPPORTUNI OGNI GIOCATORE ED OGNI MEMBRO DELLE DELEGAZIONI PARTECIPANTI RITENUTI COLPEVOLI DI CONDOTTA ANTISPORTIVA DURANTE IL TORNEO 

ART.12 DISCIPLINA DEL TORNEO

LA DISCIPLINA DEL TORNEO VIENE AFFIDATA AL GIUDICE SPORTIVO TITOLARE O SUPPLENTE DEL COMITATO  DI COMPETENZA

ART.13 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI (PER I TORNEI A RAPIDO SVOLGIMENTO)

L’ARTICOLO 45 COMMA 2 DEL CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA NON PREVEDE L’AUTOMATISMO DELLE SANZIONI PER LA CATEGORIA PULCINI CHE, PERTANTO DOVRANNO SOGGIACERE AI PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE SPORTIVO..

ART.14 RECLAMI

EVENTUALI RECLAMI DOVRANNO ESSERE PRESENTATI ENTRO 30 MINUTI DALLA FINE DELLA GARA ACCOMPAGNATI DALLA TASSA  DI EURO 50.00 ; COPIA DEL RECLAMO DOVRÀ ESSERE CONSEGNATA ALLA CONTROPARTE SEMPRE NEI TERMINI DEI 30 MINUTI.

ART. 15 ASSICURAZIONE

È RESPONSABILITÀ DI OGNI SOCIETÀ PARTECIPANTE ASSICURARE AI PROPRI GIOCATORI LA COPERTURA ASSICURATIVA. L’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO È RESPONSABILE DELLA REGOLARITÀ DELLA COPERTURA ASSICURATIVA

ART.16 I.F.A.B.

LE PARTITE SI GIOCANO SECONDO LE REGOLE DELLA INTERNATIONAL FOOTBALL ASSOCIATIONS BOARD (IFAB) EDIZIONE CORRENTE.

ART.17 NORME GENERALI

PER QUANTO NON PREVISTO DAL PRESENTE REGOLAMENTO, VALGONO LE DISPOSIZIONI DEI REGOLAMENTI FEDERALI IN QUANTO COMPATIBILI, E QUELLE RIPORTATE SUL COMUNICATO UFFICIALE N°1 DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO RELATIVO ALLA STAGIONE SPORTIVA IN CORSO.

 

REGOLAMENTO CAT. PRIMI CALCI 

ART:1 CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETÀ

IL TORNEO È RISERVATO AI CALCIATORI APPARTENENTI ALLA CATEGORIA PRIMI CALCI REGOLARMENTE TESSERATI CON LA PROPRIA SOCIETÀ E FEDERAZIONE DI APPARTENENZA PER LA STAGIONE IN CORSO. NATI DAL 01.01.2010 AL 31.12.2011 È POSSIBILE UTILIZZARE CALCIATORI NATI NEL 2012 CHE ABBIANO COMPIUTO ANAGRAFICAMENTE IL ANNO D’ETÀ 

ART.2 PRESTITI

NON SONO CONSENTITI PRESTITI

ART.3 ELENCHI GIOCATORI

LE SOCIETÀ’ PARTECIPANTI DOVRANNO PRESENTARE AL, L’ ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO, PRIMA DEL SUO INIZIO, L’ELENCO DEI CALCIATORI CHE INTENDONO UTILIZZARE, FINO AD UN MASSIMO DI N. 22 DOPO L’AVVENUTA CONSEGNA E’ PROIBITO APPORTARE MODIFICHE A TALE ELENCHI.

NELLA DISTINTA DA PRESENTARE ALL’ARBITRO PRIMA DELLA GARA SARANNO INDICATI FINO AD UN MASSIMO DI 22 GIOCATORI

ART.4 SOSTITUZIONI

SONO AMMESSE SOSTITUZIONI LIBERE ED ILLIMITATE. E’ CONSENTITO PORTARE IN PANCHINA TUTTI I CALCIATORI DELLA ROSA, FINO AD UN MASSIMO DI 22

ART.5 FORMULA DEL TORNEO

IL TORNEO SI SVOLGERÀ CON LA SEGUENTE FORMULA E MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE.

LE SQUADRE SARANNO DIVISE IN DUE RAGGRUPPAMENTI (A E B), LA FORMULA È QUELLA ALL’ITALIANA, CON CLASSIFICA A PUNTI E CON GARE DI SOLA ANDATA.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE FINALI: DUE TEMPI DA 20 MINUTI, IN CASO DI PARITÀ L’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE, SECONDO LE NORME VIGENTI.

TEMPO DI ATTESA IN CASO DI RITARDO  SARÀ DI 20 MINUTI

ART.6 CLASSIFICHE

LE CLASSIFICHE SARANNO REDATTE IN BASE AI SEGUENTI CRITERI:

3 PUNTI PER LA VITTORIA – 1 PUNTO PER IL PAREGGIO – 0 PUNTI PER LA SCONFITTA IN CASO DI PARITÀ DI PUNTEGGIO VALGONO I CRITERI IN ORDINE ELENCATI:

  1. ESITO DEGLI INCONTRI DIRETTI
  2. DIFFERENZA RETI NEGLI INCONTRI DIRETTI FRA LE SQUADRE A PARITÀ DI PUNTI
  3. DIFFERENZA RETI SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  4. MAGGIOR NUMERO DI RETI SEGNATE SUL TOTALE DEGLI INCONTRI DISPUTATI NEL GIRONE
  5. CLASSIFICA DISCIPLINA
  6. SORTEGGIO

ART.7 TEMPI DI GARA

LE GARE SI SVOLGERANNO IN 2 (DUE) TEMPI DELLA DURATA DI 20 MINUTI CIASCUNO

LE PARTITE SI GIOCANO 5 > 5 SU CAMPI DI DIMENSIONI RIDOTTE CON PORTE RIDOTTE ED UTILIZZO DI PALLONI N° 4

ART.8 CALCI DI RIGORE (PREVISTI NELLE FINALI,SEMIFINALI )

IN CASO DI PARITÀ AL TERMINE DEI DUE TEMPI REGOLAMENTARI SI PROCEDERÀ ALL’ESECUZIONE DEI CALCI DI RIGORE CON LE MODALITÀ STABILITE DALLA REGOLA 14 DELLE REGOLE DI GIOCO E DELLE DECISIONI UFFICIALI;

ART.9 TEMPI SUPPLEMENTARI

NON SONO PREVISTI TEMPI SUPPLEMENTARI

ART.10 ARBITRI

LE PARTITE SARANNO ARBITRATE DA TECNICI O DIRIGENTI REGOLARMENTE TESSERATI DALLA F.I.G.C MESSI A DISPOSIZIONE DALL’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO. IN OGNI CASO I RAPPORTI GARA CON ALLEGATE LE DISTINTE DEI GIOCATORI SARANNO TRASMESSE AL COMITATO DI COMPETENZA NEI TERMINI PREVISTI PER LA NECESSARIA VISIONE DEL GIUDICE SPORTIVO

ART. 11 COMITATO DEL TORNEO

SARÀ PREDISPOSTO UN COMITATO DI TORNEO CHE, SARÀ RESPONSABILE PER QUALUNQUE DISPUTA, PROTESTA, RECLAMO O CIRCOSTANZA NON PREVISTA. IL COMITATO SARÀ COMPOSTO DALLE SEGUENTI PERSONE:

NOME: COGNOME: SOCIETÀ DI APPARTENENZA FUNZIONE
DOMENICO VALENTE A.S.D. VALLOTTA PRESIDENTE
ADOLFO PASCALE POL.S. MARIA CILENTO VICE PRESIDENTE
GIUSEPPE MAIORANO JUGEND AGROPOLI MEMBRO
ANTONIO INVERSO MEMBRO

IL COMITATO NON ACCETTERÀ PROTESTE O RECLAMI SULLE DECISIONI PRESE DAGLI ARBITRI

IL COMITATO PROVVEDERÀ A SEGNALARE ALLA PROPRIA FEDERAZIONE NAZIONALE O INTERNAZIONALE PREPOSTA AD ADOTTARE I PROVVEDIMENTI RITENUTI OPPORTUNI OGNI GIOCATORE ED OGNI MEMBRO DELLE DELEGAZIONI PARTECIPANTI RITENUTI COLPEVOLI DI CONDOTTA ANTISPORTIVA DURANTE IL TORNEO

ART.12 DISCIPLINA DEL TORNEO

LA DISCIPLINA DEL TORNEO VIENE AFFIDATA AL GIUDICE SPORTIVO TITOLARE O SUPPLENTE DEL COMITATO  DI COMPETENZA

ART.13 AUTOMATISMO DELLE SANZIONI (PER I TORNEI A RAPIDO SVOLGIMENTO)

L’ARTICOLO 45 COMMA 2 DEL CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA NON PREVEDE L’AUTOMATISMO DELLE SANZIONI PER LA CATEGORIA PULCINI CHE, PERTANTO DOVRANNO SOGGIACERE AI PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE SPORTIVO..

ART.14 RECLAMI

EVENTUALI RECLAMI DOVRANNO ESSERE PRESENTATI ENTRO 30 MINUTI DALLA FINE DELLA GARA ACCOMPAGNATI DALLA TASSA  DI EURO 50.00 ; COPIA DEL RECLAMO DOVRÀ ESSERE CONSEGNATA ALLA CONTROPARTE SEMPRE NEI TERMINI DEI 30 MINUTI.

ART. 15 ASSICURAZIONE

È RESPONSABILITÀ DI OGNI SOCIETÀ PARTECIPANTE ASSICURARE AI PROPRI GIOCATORI LA COPERTURA ASSICURATIVA. L’ORGANIZZAZIONE DEL TORNEO È RESPONSABILE DELLA REGOLARITÀ DELLA COPERTURA ASSICURATIVA

ART.16 I.F.A.B.

LE PARTITE SI GIOCANO SECONDO LE REGOLE DELLA INTERNATIONAL FOOTBALL ASSOCIATIONS BOARD (IFAB) EDIZIONE CORRENTE.

ART.17 NORME GENERALI

PER QUANTO NON PREVISTO DAL PRESENTE REGOLAMENTO, VALGONO LE DISPOSIZIONI DEI REGOLAMENTI FEDERALI IN QUANTO COMPATIBILI, E QUELLE RIPORTATE SUL COMUNICATO UFFICIALE N°1 DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO RELATIVO ALLA STAGIONE SPORTIVA IN CORSO.

FacebookWhatsAppTwitterCondividi